agriland_A5_

Progetto “AgriLand” Cilento

Nel corso della “Giornata internazionale dei Beni Campani Patrimonio Unesco” tenutasi a Parigi, proseguendo nel percorso intrapreso a Expo 2015, ampio spazio hanno avuto le iniziative legate alla diffusione della Dieta Mediterranea.
Tra queste, partendo dal comune di Pollica, luogo in cui il biologo e fisiologo statunitense Ancel Keys ha condotto gran parte dei suoi studi, è stato illustrato alla Regione e alla platea dei duecento delegati intervenuti, il progetto “Agriland” – presentato anche con un video dall’architetto Duilio Russo – che prevede spazi ludici per diverse destinazioni sportive e ricreative, giardini e spazi alberati con specie mediterranee, un orto per la conservazione delle essenze officinali ed aromatiche del Cilento, un orto della biodiversità mediterranea, un giardino dei sensi e un giardino terapeutico. Un vero e proprio villaggio della Dieta Mediterranea, che sarà anche luogo di “produzione” con metodi biologici ed ecosostenibili. Un Agriparco legato alla tradizione ma che guarda anche al futuro grazie alla realizzazione di un Centro di sperimentazione e formazione.

Il tema è un parco innovativo per il benessere ed il tempo libero dedicato alle eccellenze e ai prodotti di eccellenza della Dieta Mediterranea (patrimonio culturale immateriale dell’umanità).

La sua realizzazione è prevista a Lustra, nel Parco nazionale del Cilento. “La conversione di un agrumeto abbandonato in una struttura ad elevata sostenibilità ambientale è l’occasione per un nuovo incontro tra l’uomo e la terra attraverso attività di produzione, trasformazione, innovazione, degustazione e vendita dei prodotti d’eccellenza del territorio”.

Con un investimento di 46 milioni, si potrà creare lavoro in un territorio straordinario ad elevate potenzialità turistiche, ma con forte emigrazione e alta disoccupazione giovanile.

Il progetto si configura come un’iniziativa privata ad interesse collettivo, un parco tematico innovativo che prevede al suo interno, oltre a forme di agricoltura ecocompatibile e sostenibile anche attività ludico-attrattive a scopo turistico.

Attori istituzionali di primaria importanza, quali Ministero delle Politiche Agricole e ForestaliRegione Campania e Provincia di Salerno, nonché le organizzazioni di categoria dell’agricoltura e le associazioni ambientaliste, hanno già dato piena condivisione alla realizzazione dell’iniziativa, anche per le enormi potenzialità di sviluppo per l’intera area cilentana.

Leave a Reply